‘Le radici dell’innovazione per la sostenibilità nell’industria tessile’.

13/09/2018 14:00 - 18:00

Se ne parlerà al Politecnico di Milano il 13 settembre 2018

Un titolo che suggerisce una risposta ma soprattutto introduce ad un mondo complesso e in continua evoluzione: quello della chimica per l’industria tessile e della moda.

Un mondo di coloranti e pigmenti, ausiliari, additivi, agenti, materie prime che cresce grazie allo sforzo di imprese e centri ricerca e al contributo delle biotecnologie, delle nuove conoscenze nano tecnologiche, delle scienze dei materiali. Con un obiettivo: fornire all’industria soluzioni sempre più performanti e materiali esteticamente originali.

Ma anche un mondo che da alcuni anni si deve misurare con temi nuovi ed importanti: la sicurezza dei formulati chimici, il costo ambientale dei trattamenti e dei processi, la necessità di sviluppare sistemi di misurazione affidabili e approcci precauzionali.

Di tutto questo si parlerà il 13 settembre prossimo in un convegno patrocinato da PoliEFUN, presso il Politecnico di Milano – Dipartimento di Chimica, Aula Natta – Ed. 6. Con inizio alle ore 14,30 e conclusioni previste per le 18.

Il programma prevede tre relazioni introduttive finalizzate ad illustrare i nuovi scenari in cui si muove il mondo della moda (Aurora Magni, Blumine srl e Università Liuc), lo stato dell’arte della ricerca sulle nuove fibre tessili (Lorenza Draghi e Luigi De Nardo – Politecnico di Milano) e le innovazioni dell’industria conciaria (Maurizio Masi – Politecnico di Milano).

Nella seconda parte del convegno saranno invece presentati i risultati ottenuti dal progetto sostenuto dalla Regione Lombardia nell’ambito del bando Smart Fashion and Design e di cui il Politecnico è capofila, F-Susy. Il depository delle conoscenze scientifiche in tema di sicurezza chimica sarà illustrato da Stefania Bianchi (Politecnico) mentre Umberto Brumani (Nekte srl) presenterà il software di autodiagnosi sulla compliance chimica di prodotti e reflui C3Tools.

Assessment di processo ed impianto è invece l’argomento che verrà svolto da Paolo Gronchi (Politecnico di Milano, Dip. Chimica, Materiali ed Ingegneria Chimica) che ha così presentato l’iniziativa: ‘ci siamo sforzati di metter in relazione le metodologie di analisi di prodotto, processo ed impianto proprie delle scienze chimiche con il mondo tessile. Gli obbiettivi ambiziosi che la filiera della moda italiana si è data abbinando sostenibilità ad innovazione, smart material e nuovi polimeri, stile e performance necessitano di un supporto metodologico rigoroso e documentato. Una prospettiva che rafforza il ruolo delle università ed in particolare della chimica anche in relazione alle nuove competenze richieste dal mercato’.

La partecipazione è gratuita ma è caldamente consigliata l’iscrizione scrivendo o telefonando alla Segreteria organizzativa: smooth, via Bono Cairoli 30, 20127 Milano, 02 89054867; e-mail: segreteria@poliefun.org